Guida all’uso – Wrappix

1. Trovare un’area idonea.
Trovare una zona abbastanza grande e molto ventilata per ospitare l’auto, l’ideale sarebbe una camera da verniciatura. Una buona zona suggerita è un garage aperto.

2. Raccogliere materiali.
Raccogliere i materiali necessari elencati nei ”Materiali da utilizzare ”

3. Lavare correttamente e pulire la superficie.
Prima di applicare il Liquid Wrap alla macchina, essa deve essere pulita e sgrassata a fondo. Il Liquid Wrap WRAPPIX è come una ”pellicola” applicata sul vostro colore di base, qualora rimangano impurità, ad esempio catrame o escrementi di uccelli ecc, il prodotto risulterà in rilievo in tali zone. In altre parole, si necessita di avere una superficie pulita su cui lavorare.

4. La superficie deve essere asciutta e preparata adeguatamente.
Dopo la pulizia della zona, è necessario asciugarla con un panno a vostra scelta e poi passare un panno imbevuto di diluente Antisiliconico o diluente sintetico idoneo. E’ possibile utilizzare qualsiasi panno in microfibra. Evitare l’uso di magliette con disegni o loghi e stracci di recupero o carta per non rischiare di graffiare la carrozzeria,si consiglia, di passare con un panno del diluente antisiliconico che non altera la vernice di base ma elimina tutti i residui che potrebbero compromettere un adeguato attecchimento del Liquid Wrap in quanto la carrozzeria è stata di sicuro trattata con cere lucidanti o qualsiasi altro tipo di sostanza grassa non compatibile con il Liquid Wrap.

5. Preparare l’area.
Anche se il Liquid Wrap WRAPPIX è facile da rimuovere, si possono mascherare le zone non destinate alla verniciatura utilizzando nastro da mascheratura e giornali o qualsiasi altro materiale di consumo destinato alla mascheratura, per coprire vetri e qualsiasi altra area che non si desidera ”dippare” con il Liquid Wrap. Mascherare le aree non destinata al dipping non è fondamentale ma fa risparmiare molto tempo in fase di pulitura finale

6. Agitare l’aerosol o agitare la TOLLA da 5LT.
Come qualsiasi vernice a base solvente la si dovrà agitare vigorosamente. Agitare la bombola/latta per circa 1 minuto.

7. Si consiglia di verniciare in sezioni.
Si consiglia di dividere le zone da verniciare in sezioni o pannelli.
Si può iniziare da dove si vuole ma per evitare dispersioni è consigliato verniciare i pannelli non tutti insieme ma dividere l’area in più sezioni (es: sportello anteriore da posteriore).
Nota importante! non toccare il Liquid Wrap sulla vettura in qualsiasi momento durante il processo, per evitare eventuali macchie. Il Liquid Wrap è sicuro al tatto dopo che la polimerizzazione sia completamente terminata (6-8 ore). Si consiglia di indossare sempre una maschera e occhiali di protezione adeguati ad utilizzo di vernici a solventi.

8. Spruzzare il primo strato.
E’ molto importante che questo strato sia come una leggera spolverata perché il primo strato è lo strato adesivo che consente alle mani successive di attecchire su questa primaria, il che significa che si avrà una trasparenza del 60-70%. Ciò consentirà agli strati successivi di legare tra di loro.
Una prima mano ”pesante” vanificherebbe tutto il lavoro finale.
Spruzzare con un movimento ampio e pulito, facendo attenzione a tenere la pistola/aerosol a circa 15-
20 centimetri di distanza dalla zona da verniciare. Lasciare il Liquid Wrap asciugare per 10-20 minuti a secondo del clima, prima di aggiungere lo strato successivo. La temperatura ottimale per applicare il Liquid Wrap di CarDipPiemonte è compresa tra 18 e 26 gradi centigradi.
Si ricorda che tutti i colori chiari devono essere applicati su un supporto di colore neutro oppure devono essere applicate due-tre mani di BIANCO per neutralizzare il colore sottostante, applicando direttamente i colori chiari su supporti di colore scuro si rischia di non ottenere un colore netto e marcato con tonalità vivace.

9. Più si stratifica e più si renderà il Liquid Wrap resistente e durevole nel tempo.
Le mani da applicare in media sono 4-8, Lo strato di prodotto deve essere almeno di 100 micron da asciutto per un peeling in un foglio unico! Qualsiasi strato aggiuntivo renderà il processo più definito e resistente. Il tutto dipende comunque dal proprio grado di soddisfazione.
Se si utilizzano i trasparenti 2K professionali Liwrea Akdiamond o Wrquartz applicare necessariamente almeno 100 micron di prodotto da asciutto.

10. Rimuovere le mascherature.
Non appena viene applicato lo strato finale, rimuovere immediatamente qualsiasi nastro da mascheratura e/o giornali che possono essere stati utilizzati per la mascheratura oppure attendere la completa polimerizzazione del prodotto (6-8) ore e procedere eventualmente aiutandosi anche con un bisturi, a rifinire gli eventuali eccessi e i bordi che si saranno ”uniti con le mascherature”.

11. Tempo di polimerizzazione.
A questo punto per finire il lavoro ci vorranno 6-8 ore per avere il Liquid Wrap completamente asciutto. Evitare il contatto con qualsiasi forma di liquido o di qualsiasi sostanza che possa causare danni alla zona trattata. Se non si è attenti si può rovinare il processo di polimerizzazione vanificando tutti gli sforzi effettuati sino a questo punto.

12. Il Liquid Wrap WRAPPIX è il modo più pulito ed economico per verniciare i cerchi, carrozzeria, interni e quant’altro si voglia!

12.1. Per applicare il Liquid Wrap ai cerchi:
Per una applicazione più confortevole è consigliabile rimuovere completamente i cerchi dalla macchina. Un’ applicazione con cerchio montato risulterà essere solo più ”scomoda” ma così facendo si evita un possibile danneggiamento dovuto a utensili metallici.
Seguire il rispettivo manuale della vettura per conoscere come rimuovere le proprie ruote dall’auto. Ripetere i passaggi 1-11 per i cerchioni.
Si consiglia di mascherare adeguatamente lo pneumatico, garantendo così una facile e rapida pulizia. Per il montaggio dopo aver applicato il Liquid Wrap è consigliato usare utensili in kevlar per non intaccare la superficie in prossimità dei canali di montaggio dei bulloni.

Materiali da utilizzare:
• Nastro carta da mascheratura, la larghezza è a discrezione personale (è necessario usare il
masking tape blu 3M 3030e il verde 3M 3434 disponibili nell’e-shop del sito internet o un qualsiasi altro nastro ”low-attach” , a basso potere adesivo e resistente a solventi).
• Giornali o quant’altro destinato ad essere materiale per la mascheratura.
• Pistola a spruzzo elettrica o a compressore (opzionale ma assicurarsi che la misura dell’ugello della vostra pistola a compressore sia compresa tra 1.5 e 1.7 mm e pressione al massimo 1, 1-5 bar).
• Maschera per proteggersi dai vapori (non è necessario averne una professionale ma deve essere destinata alla verniciatura a solventi).
• Guanti (es guanti blu in lattice HI-RISK destinati alla verniciatura a solventi)
• Occhiali protettivi
• Vecchi vestiti o indumenti di protezione DPI.
• Avere a disposizione un estintore (in caso di emergenza)
• Diluente Antisiliconico per la pulizia delle superfici da trattare
• Diluente Sintetico per la pulizia della pistola a spruzzo.

Tips And Tricks per un risultato ottimale:

– Si Raccomanda di rispettare rigorosamente le quantità idonee per il lavoro da eseguire
– Puoi trovare la lista delle quantità idonee da utilizzare su
www.cardippiemonte.it

– Si consiglia di mascherare più parti possibili per trarne vantaggio ai fini di risparmio prodotto e facile pulitura finale.
– Si consiglia di verniciare anche le ”battiture o bordi interni ” degli sportelli, battitacco, cofano, motore, portabagagli e qualsiasi altra parte considerata più soggetta ad usura ai fini di rendere omogeneo e unico lo strato sul bordo.
– Il prodotto va applicato su vernici di serie, qualunque altra superficie che è stata soggetta a riparazioni con prodotti non professionali potrebbe essere soggetta a reazioni, in caso di dubbi testare prima il prodotto su una piccola area.

– Una pulizia accurata delle parti da trattare assicura un risultato impeccabile; sporco e residui di prodotti siliconici (cere, pulisci cruscotti e lucidanti) comprometterebbero un adeguato attecchimento del prodotto causando inoltre un peeling non desiderato e spontaneo.
TEMPERATURE D’ESERCIZIO:
– è indispensabile applicare il prodotto con temperature ambienti comprese tra 18° e 28°; la temperatura ottimale è di 22 gradi (temperatura riscontrata sulla superficie di applicazione)
-una temperatura di applicazione troppo bassa allungherebbe i tempi di polimerizzazione e asciugatura fino a 24-48h e oltre, potendo inoltre causare anche problemi di stenditura con bolle e superficie non omogenea.
-temperature troppo basse non consentono al prodotto di polimerizzare completamente riscontrando inoltre una non completa evaporazione dei solventi e conseguente sensazione di fragilità superficiale.
-una temperatura di applicazione troppo alta (>40°) potrebbe causare una polimerizzazione troppo veloce con conseguente scratching involontario dello strato o bruciature o altri problemi.
-il prodotto, una volta completamente polimerizzato e asciugato, mantiene inalterate le sue caratteristiche tecniche con temperature comprese tra -40° e +150° circa.
Si raccomanda ai fini di ottenere un risultato ottimale di seguire scrupolosamente questa guida per le avvertenze, composizione, schede di sicurezza del prodotto visitate www.cardippiemonte.it